Oracolo di Napoleone

L’Oracolo di Napoleone, vi racconto la sua storia, come consultarlo e come ne sono venuta in possesso.

L’Oracolo di Napoleone era un libro oracolare molto di moda nell’inghilterra vittoriana; la tecnica di consultazione di quest’oracolo lo pone a metà tra la bibliomanzia e i libri sapienziali come l’Iching.

Le prime pagine del libro narrano l’avventurosa scoperta dell’Oracolo, come esso sia passao dalle mani di Napoleone a quelle di un ufficiale tedesco e di come sia stato consegnato a Maria Luisa d’Austria per poi finire nella bottega di un anonimo editore.

Riporto qui, per curiosità e per diletto, la leggenda così come è presentata nel volume in mio possesso.

La leggenda dell’Oracolo di Napoleone

La storia di questo oracolo  inizia nel 1801, Durante gli ultimi mesi della campagna d’Egitto di Napoleone. Oltre gli scopi politici e militari che spinsero Napoleone ad intraprendere, nel 1798, la campagna d’Egitto vi era l’intento da parte di Napoleone di penetrare i misteri dell’Antico Egitto ritenuto da lui e dai suoi contemporanei come il depositario della cultura antica.

L’Armata napoleonica annoverava anche artisti letterati e ricercatori comprendendo perciò oltre ai classici reparti  dell’esercito anche commissioni storiche e artistiche;  Napoleone pose a capo della Commissione delle Arti Charles-Nicolas-Sigisbert Sonnini de Manoncourt, un ricercatore famoso in Francia per i suoi viaggi che negli ultimi mesi di campagna scoprì, in una delle tombe reali nei pressi del Monte libico, nell’alto Egitto, un papiro finemente decorato.

Il ritrovamento dell’Oracolo di Napoleone

Oracolo di Napoleone Book Of FateSecondo la leggenda il papiro si trovava sotto l’ascella di una mummia di straordinaria bellezza e in perfetto stato di conservazione; dai paramenti con cui era addobbata Sonnini ipotizzò che la mummia fosse quella di un gran sacerdote.

Il papiro fu subito decifrato da un traduttore copto e consegnato a Napoleone che lo ritenne di grande valore. Non è mai sato chiarito il motivo ma pare che il primo Console di Napoleone per impedire la decifrazione del libro da parte degli inglesi lo fece nuovamente tradurre in tedesco.

Il libricino che conteneva la traduzione del papiro divenne così per Napoleone una sorta di talismano dal quale non si separava mai; pare che lo consultasse con attenzione prima di qualsiasi decisione importante. Fu costretto a separarsne, suo malgrado, nel 1813, inseguito alla sconfitta subita a Lipsia; nella sua tenda ormai abbandonata un ufficiale prussiano ritrovò il famoso Oracolo che Napoleone portava con sè dall’Egitto.

Ignorando il contenuto e il valore del libricino l’ufficiale lo vendette ad un ufficiale francese che  lo riconobbe subito e conoscendo quanto fosse caro al suo Imperatore lo fece immediatamente recapitare a Maria Luisa perché lo inviasse a Napoleone, esiliato a Sant’Elena.

La pubblicazione in Inghilterra

Ma Napoleone non riebbe mai più il suo oracolo così come non riebbe mai più il suo potere. Dopo la sua morte Maria Luisa permise a M. Arnold, un editore di Londra di tradurre e pubblicare Il Libro del Destino umano nel 1822, a un anno esatto dalla morte di Napoleone con il titolo di The book of fate formerly in the possession of Napoleon. 

L’autore, o meglio il curatore dell’opera risulta essere Hermann Kirchenhoffer è probabilmente uno pseudonimo, dietro cui potrebbe nascondersi Richard James Morrison (1795-1874), che pubblicò anche con il nome di Zadkiel Tao-Sze, o forse Robert Cross Smith (1795-1832), che pubblicò anche con il nome di Raphael.

In Inghilterra il libro ebbe un grandissimo successo tanto che l’ultima ristampa è del 2014.

Il Libro del Destino in Italia

La prima pubblicazione in Italia è avvenuta nel 1924, Bietti e Reggiani, di Milano lo pubblicò con il titolo Oracolo nuovissimo: ossia, Il libro dei destini dell’imperatore Napoleone I; storia dei sogni celebri realizzati e spiegazione dei sogni; pronostici tolti dalle fasi della luna; pronostici sui bambini secondo il giorno di nascita.

In Italia il successo del libro è stato meno appariscente, l’ultima edizione con questo titolo è del 1932, venduta in siti di libri d’antiquariato ad un prezzo variabile tra i 42 e i 90 euro.

La versione di Bonnie Parker

Oracolo di NapoleoneNel 1988, l’editore Bonnie Parker pubblicò in Inghilterra una versione ridotta del libro con il titolo di Oracolo di Napoleone attribuito sempre a Hermann Kirchenhoffer.

Nel 1989, l’editore pubblicò il volume anche in Italia come supplemento al quinto numero di Astra di quell’anno.

Sia nella versione inglese sia in quella italiana, infatti, il libro è presentato come un libro di sorte geomantico ma nella versione di Parker non ve ne è traccia. Il libro presenta solo 1024 frasi oracolari e le tavole per la loro consultazione.

Oracolo di Napoleone o Libro di Thot?

Nella prefazione, l’editore oltre a raccontare la storia del ritrovamento del papiro da cui è tratto, e che a mia volta ho fedelmente riportato, precisa che il Libro dl Destino umano è da considerarsi uno dei mitici Libri di Thot.

Afferma che il sacerdote Balaspis, avesse affermato di aver scritto l’intero libro sotto dettatura di Ermete Trismegisto e che dunque si tratta di ben più di un semplice libro oracolare bensì di un vero e proprio concentrato di saggezza antica.

Dove acquistare l’Oracolo di Napoleone

Nel 2019 cercavo un libro oracolare del XIX secolo per ricreare una Fortune Teller Doll e non riuscendo a trovare nulla in rete mi recai presso la Libreria Esoterica di Corso Unione a Milano e, come sempre, i miei desideri sono stati appagati e tra i libri di divinazione ho trovato una copia REPRINT dell’Oracolo di Napoleone.

Naturalmente la storia che sia appartenuto a Napoleone è inverosimile, si tratta, molto probabilmente, di un espediente per rendere più interessante il libro, una trovata pubblicitaria simile a quella di attribuire l’uso delle Sibille a M.lle Lenormand chiamando il mazzo “Sibilla dei Saloni“.

Tuttavia quest’Oracolo resta molto interessante e grazioso da utilizzare, riporto qui le istruzioni presenti nel libro e aggiungo un esempio pratico.

Come consutare l’Oracolo

Il gran sacerdote  Balaspis,  avverte che prima di richiedere qualunque responso è necessario assumere un atteggiamento di profonda fede, di umiltà e di pace interiore rilassandosi e placando tutte le tempeste dell’animo.

Il consultante dovrà quindi avere a disposizione un foglio bianco e un inchiostro rosso.

Sarà altrettanto importante interrogare l’Oracolo solo nella fase crescente, calante oppure nuova.

È importante rivolgere all’Oracolo non più di una domanda nello stesso giorno e lo stesso quesito più di una volta nello stesso mese.

A questo punto si può procedere con il consulto vero e proprio.

Consultare la tavola delle domande e scegliere quella che più si avvicina all’argomento che interessa il Consultante, quindi si scriverà il numero il numero corrispondente a della domanda.

Oracolo di Napoleone SimboliTracciare sul foglio cinque file di astine verticali e parallele. È importantissimo che le assi ne siano in numero uguale o maggiore di 12 per ciascuna fila;  se le astine riportate fossero in numero Inferiore bisognerà aggiungere altre astine a caso.

Completata l’operazione contare le astine di ciascuna riga cancellando con una linea orizzontale le prime 12.

Se le astine eccedenti sono dispari tracciare una stellina, due se le astine eccedenti sono in numero pari.

A questo punto bisognerà consultare la tabella con le combinazioni  delle stelline e incrociare il numero della propria domanda per rintracciare il simbolo dietro cui si cela la risposta dell’oracolo.

In una terza tabella si troverà l’indice dei simboli andando alla pagina indicata potrete leggere l’oracolo corrispondente.

L’oracolo di Napoleone può essere quindi considerato un libro sapienziale il cui funzionamento è per certi versi simile a quello dell’ I Ching. Come per il libro dei mutamenti la tecnica di consultazione è molto più semplice da eseguire che da spiegare cercherò di sintetizzarla in questo articolo  allegando anche un esempio pratico.

In ogni caso sul canale YouTube potrete trovare il video con l’esempio pratico.

Le trentadue domande

Per ovvi motivi non mi è possibile riportare in questo né in altri articoli le 1024 risposte presenti nel oracolo riporterò invece le 32 domande tra le quali scegliere; per chi volesse possedere questo libro è possibile acquistarlo presso la libreria esoterica di Milano anche on-line a questo link.

  1.  datemi informazioni riguardanti la persona che sposerò.
  2.  Il prigioniero verrà rilasciato o no?
  3.  avrò una vita sana?
  4.  andrò a vivere in terre lontane?
  5.  mi troverò coinvolto in un processo. interrogativo se si, vincerò o perderò la causa?
  6.  farò la mia fortuna al tavolo da gioco o mi rovinerò?
  7.  potrò mai ritirarmi da miei affari con una fortuna?
  8.  farò una grossa carriera?
  9.  andrà in porto il progetto che ho in corso?
  10.  eredità ero mai dei beni?
  11.  quest’anno sarà più felice di quello trascorso?
  12.  il mio nome verrà immortalato e sarà acclamato dai posteri?
  13.  l’amico più caro ti mostrerà fedele?
  14.  i beni rubati saranno recuperati e il ladro verrà arrestato?
  15.  Quali cambiamenti politici potranno avvenire prossimamente?
  16.  è il caso di accettare l’offerta di quell’estraneo?
  17.  la persona amata mi sarà Fedele durante la mia assenza?
  18.  il matrimonio che sta per essere celebrato Sarà felice e Prospero?
  19.  Saranno felici i miei figli quando io non ci sarò più?
  20.  mi riprenderò dalle attuali avversità?
  21.  Che cosa significa il mio sogno: buona o cattiva fortuna?
  22. Dovrò affrontare grandi cambiamenti durante la mia vita? 
  23.  la mia reputazione verrà intaccata, molto o in parte, da raggiri o falsità?
  24.  datemi informazioni riguardanti il mio futuro marito.
  25.  il paziente si riprenderà dalla malattia? 
  26. La persona che amo, mi ama?
  27. il viaggio che intendo intraprendere andrà bene o no?
  28. scoprirò mai un tesoro?
  29. Quale attività potrei intraprendere?
  30. ho pochi o molti nemici?
  31.  Come sta quella persona e che cosa sta facendo?
  32.  il figlio appeso sarà maschio o femmina?

Lascia un commento