L’Adorazione dei Magi

Adorazione dei magi locandina

«L’Adorazione dei Magi» è un Corso che costituisce una vera e propria Iniziazione alla Magia Cerimoniale e Salomonica.

L’Adorazione dei Magi – Iniziazione alla Magia Cerimoniale e Salomonica

Adorazione dei magi locandinaIl corso rappresenta il Secondo Livello della nostra Scuola Iniziatica e tratta della così detta “Magia Cerimoniale” (o Salomonica).

La fonte di ispirazione dell’Adorazione dei Magi è quasi esclusivamente la “Chiave di Re Salomone“, il grimorio più famoso in assoluto.

In quest’ottica il Mago/a si affida totalmente a Dio (il Tetragrammaton o Yahweh) per ricevere protezione, aiuto e la Grazia. In virtù di questo indispensabile aiuto potrà comunicare con le Entità Spirituali.

L’Adorazione dei Magi ha la durata di Quattro Mesi, è costituito da 16 Lezioni e 16 Dispense (in pdf o altro formato elettronico).
Ogni lezione ha una durata di 2 ore circa e si svolge via Skype o “di persona” recandosi nella nostra sede in via Giosuè Carducci, n. 42/A, Briosco (MB).

Il S.O.I.R.E. Sacro Ordine Iniziatico del Ruach Elohim

Chi completerà il percorso formativo riceverà un Attestato di Frequenza e sarà ammesso al “Sacro Ordine Iniziatico del Ruach Elohim“, la confraternita iniziatica e magica riservata solo a coloro che hanno frequentato almeno un corso organizzato da Cronache Esoteriche (“Il Risveglio dei Magi” e/o “L’Adorazione dei Magi“).
Inoltre il nuovo aderente riceverà il Sigillo Magico dell’Ordine, realizzato in collaborazione con “Il fiore della vita di Trentin Luciana“, marchio OROLU ® (www.ilfioredellavita.biz). Trattasi di un gioiello in acciaio e di un esclusiva riservata agli affiliati all’Ordine.

Per info e costi potete chiamare al 0362/288504, inviare un email a cronacheesoteriche@libero.it oppure contattare direttamente il Maestro, ossia Angelo Pirrone   (Il Marchese di Carabà), su Facebook.

Programma dell’Adorazione dei Magi

Prima Lezione: il primo passo

S.O.I.R.E. Adorazione dei MagiNel corso L’Adorazione dei Magi, si entra subito nel vivo e mentre la teoria si occupa di spiegare cosa siano le evocazioni e le invocazioni, la pratica è volta a sviluppare nell’allievo le capacità per evocare e “gestire” gli Spiriti.

Teoria: Invocazione ed Evocazione; Il Sacro Io; Iniziazione; Merito Personale; La Morte Iniziatica; Il Silenzio Iniziatico; Introduzione ai Misteri (Estratto dalla Chiave di Salomone); Quale dignificazione sia richiesta per divenire un vero Mago ed operatore di miracoli.
Esercizi Spirituali: Rilassamento (Esercizio 1); Respirazione (Esercizio 2); Sensazioni del corpo: Quiete (Esercizio 3); Respirare Dio (Esercizio 4); Respirare Dio: comunicazione senza parole (Esercizio 5); Sensazioni del corpo: contatto con Dio (Esercizio 6); I Suoni (Esercizio 7); Ascoltare Dio (Esercizio 8); Contemplatio ad Amorem (Esercizio 9); Concentrazione (Esercizio 10); Pregare con il corpo (Esercizio 11); Il Silenzio (Esercizio 12).

Seconda Lezione: chi evochiamo?

Prima di evocare bisogna sapere chi si evoca per questo la lezione è incentrata alla conoscenza delle entità che è possibile evocare e fornisce gli esercizi per sviluppare questa capacità.

Teoria: Intelligenze, Angeli, Spiriti e Demoni; Entità Angeliche o Intelligenze del Primo Ordine; Entità Celesti o Intelligenze del Secondo Ordine; Demoni elementali o Intelligenze del Terzo Ordine; Spiriti Maligni o Intelligenze del Quarto Ordine; I Demoni associati all’Uomo; Conclusioni sulle Gerarchie degli Spiriti.
Esercizi Spirituali: Le Immagini Telesmatiche; Visualizzazione Attiva (Esercizio 13); Ascolto Attivo (Esercizio 14); Esercizi di Tatto, Odorato e Gusto Attivi (Esercizio 15); Esercizi Passivi (Esercizio 16); Ostacoli agli Esercizi.

Terza Lezione: il rapporto tra Magia e Mito

Esiste un legame importante tra Magia e rito, per questo ho pensato fosse molto importante dedicare all’argomento un’intera lezione.

Teoria: Magia e Mito; Genesi del Mondo; Il Verbo Divino; La Cacciata dal Paradiso; Serpente, simbolo ambivalente; Davide e Golia; Un Dio Buono; I Bambini della Scienza; Le Ore Magiche e i Tempi Astrologici in cui operare; Lettera di Francis Barrett indirizzata ad un giovane Amico, studente in queste scienze occulte.
Esercizi Spirituali: Esercizi di Meditazione (17 – 31).

Quarta Lezione: i testi salomonici

Ci addentriamo nel cuore dell’Adorazione dei Magi e iniziamo a conoscere alcuni passi e i principi contenuti nella Chiave di Salomone e altri testi a lui attribuiti.

Teoria: Il Comando dei Demoni; Testamento di Salomone; Commento al Testamento di Salomone; Elenco dei Demoni e degli Angeli che li vincono.
Esercizi Spirituali: Meditazione (esercizi da 32 a 42).

Quinta Lezione: gli strumenti Magici parte 1

La Magia Cerimoniale è davvero molto delicata e impegnativa perciò è necessario prepararsi in modo meticoloso e a fondo, sia fisicamente sia spiritualmente. Affinché l’adepto possa giungere preparato alla sua prima Cerimonia, saranno dedicate più lezioni all’argomento.

Teoria e Pratica: Gli strumenti Magici; L’Anello di Salomone e sua Consacrazione; Secondo metodo per consacrare l’Anello; Purificazione dell’Anello di Salomone; Il Turibolo o Bruciaprofumi; I Profumi; Esorcismo dell’Incenso e dei profumi sgradevoli; Esorcismo del Fuoco.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Ipocrisia (Esercizio 43); Preghiera (Esercizio 44); Riflesso (Esercizio 45); Provvidenza (Esercizio 46)].

Sesta Lezione: gli strumenti Magici parte 2

Anche questa lezione dell’Adorazione dei Magi è dedicata alla preparazione materiale e spirituale dell’evocazione.

Teoria e Pratica: L’Acqua dell’Arte; Esorcismo dell’Acqua; Il Sale Consacrato; Esorcismo del Sale; Benedizione del Sale; Rito di Consacrazione dell’Acqua dell’Arte; Candele e simbolo del Fuoco; Consacrazione delle Candele dell’Arte; Formula di esorcismo del Fuoco delle Candele; Come iscrivere i Caratteri Magici sulle Candele.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Tentazioni (Esercizio 47); Beatitudini (Esercizio 48); Sale della terra (Esercizio 49)].

Settima Lezione: gli strumenti Magici parte 3

Ultima lezione sulla preparazione degli strumenti fisici e spirituali che occorrono al mago per compiere l’evocazione.

Teoria e Pratica: Lettere ebraiche, caldee, greche e latine; Il Grande Pentacolo di Salomone; Il Pentagramma del Levi; Il Pentacolo del Sacro Ordine del Ruach Elohim; Esorcismo e Consacrazione del Pentagramma; La Tau – Esorcismo e Consacrazione della Tau; Sette Salmi per ottenere una grazia; Formula di Sconsacrazione.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Giovane Indemoniato (Esercizio 50); Bambini della Scienza (Esercizio 51); La Donna Cananea (Esercizio 52)]

Ottava Lezione: tracciare i sigilli magici

In un corso come l’Adorazione dei Magi non poteva certo mancare una lezione dedicata ai sigilli Magici e come tracciarli, poiché essi sono un elemento fondamentale della Magia Evocativa.

Teoria e Pratica: Come tracciare i Sigilli Magici; La Pergamena dell’Arte; Esorcismo e Consacrazione della Pergamena dell’Arte; Formula di Esorcismo della Pergamena; La Penna e l’Inchiostro dell’Arte; Esorcismo della Penna dell’Arte; Esorcismo dell’Inchiostro dell’Arte; Consacrazione della Penna dell’Arte; Nomi e Caratteri Magici; Saturno, i suoi Nomi e Caratteri magici; Nomi e Caratteri di Giove; Marte, i suoi Nomi e Caratteri magici.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Ricchezza (Esercizio 53); Scacciati dal Tempio (Esercizio 54); I Due Figli (Esercizio 55)]

Nona Lezione: i nomi e i caratteri dei Pianeti

La Magia Evocativa è tipica della Magia Rinascimentale per questo i sigilli sono sempre legati a uno dei Sette Pianeti dell’Astrologia Classica dei quali si è abbondantemente parlato nel Risveglio dei Magi. Concluderemo, infine, il discorso sul corredo del mago.

Teoria e Pratica: Nomi e Caratteri del Sole; Venere, i Nomi e i Caratteri; Nomi e Caratteri di Mercurio; Luna i Nomi e i Caratteri; – La Bacchetta Magica; Esorcismo della Bacchetta; Consacrazione della Bacchetta; La Campana o la Tromba dell’Arte; Esorcismo della Campana (o Tromba) dell’Arte; Consacrazione della Campana (o Tromba) dell’Arte.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Banchetto Nunziale (Esercizio 56); Ipocrisia (Esercizio 57); Debiti (Esercizio 58)]

Decima Lezione: Rituale minore del Pentagramma

Questa lezione dell’Adorazione dei Magi è dedicata a uno dei più famosi rituali di Magia Salomonica, dagli elementi necessari alla sua esecuzione.

Teoria e Pratica: Rituale Minore del Pentagramma; La Veste, i Calzari e la Corona dell’Arte; Esorcismo della Veste, dei Calzari e della Corona; Consacrazione della Veste, dei Calzari e della Corona; La Spada dell’Arte; Esorcismo della Spada; Consacrazione della Spada.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Talenti (Esercizio 59); La Vedova (Esercizio 60)]

Undicesima Lezione: Realizzare un desiderio

In questa lezione vedremo un rituale utile per realizzare un desiderio.

Teoria e Pratica: L’Ago dell’Arte o altro strumento d’acciaio; Esorcismo dell’Ago o altro strumento; Consacrazione dell’Ago o altro strumento; I Teli dell’Arte; Esorcismo dei Teli dell’Arte; Consacrazione dei Teli dell’Arte; Per realizzare un desiderio.
Esercizi Spirituali: Esercizi di Meditazione [sono diversi per ciascun allievo, variano secondo le esigenze e secondo quanto emerge dalle lezioni precedenti]

Dodicesima Lezione: Il Libro degli Spiriti

Uno strumento importantissimo per il Mago Cerimoniale è il Libro degli Spiriti, nel quale, oltre ai riti e alle sue esperienze, il Mago “ospita” gli Spiriti che lo aiuteranno nel suo cammino dell’Arte per questo motivo si dovrà dedicare particolare attenzione alla sua preparazione e al suo utilizzo.

Teoria e Pratica: Il Libro degli Spiriti; Esorcismo del Libro; Consacrazione del Libro; Evocazione prima di usare il Libro degli Spiriti; Lo Strumento Divinatorio (il Pendolino, il Cristallo, lo Specchio, ecc.); Esorcismo dello Strumento Divinatorio; Consacrazione dello Strumento Divinatorio; Evocazione prima di usare lo Strumento Divinatorio; Formule prima di indossare i Paramenti Sacri.
Esercizi Spirituali: Esercizi di Meditazione [sono diversi per ciascun allievo, variano secondo le esigenze e secondo quanto emerge dalle lezioni precedenti]

Tredicesima Lezione: Purificazione e consacrazione

Come purificare e consacrare il Tempio e sé stessi.

Teoria e Pratica: Purificazione e Consacrazione del Tempio; Purificazione del Mago; Formula di Confessione dalla Chiave di Salomone; Sui Lavacri e come si compiono; Rito di Purifica e Consacrazione del Mago.
Esercizi Spirituali: Meditazione [Spirito Immondo (Esercizio SN)]

Quattordicesima Lezione: costruire il Cerchio Magico

Il Cerchio Magico è l’elemento fondamentale della Magia Evocatoria perché è l’unico luogo in cui il Mago è al sicuro da Spiriti e Demoni durante l’evocazione.

Teoria e Pratica: Il Cerchio Magico; Sull’Evocazione della Chiave di Salomone; Della Formazione del Circolo (Capitolo IX – Liber II); Riguardo le Arti (Capitolo III – Liber I); La costruzione del Cerchio; La confessione che deve fare l’esorcista (Capitolo IV – Liber I); Orazioni e scongiuri (Capitolo V – Liber I); Evocazione più forte e potente (Capitolo VI – Liber I); Uno scongiuro estremamente potente (Capitolo VII – Liber I); Maledizione degli Spiriti; Congedo degli Spiriti.

Quindicesima Lezione: I Pentacoli della Chiave di Salomone

La penultima lezione dell’Adorazione dei Magi sarà dedicata ai Pentacoli o Pantacli della Clavicola di Salomone.

Teoria e Pratica: I Pentacoli della Chiave di Salomone; Riguardo i pentacoli e il modo di costruirli (Capitolo VIII – Liber I); Riguardante i Santi Pentacoli o Sigilli (Caput XVIII – Liber I); Pentacoli Salomonici di Saturno, Giove, Marte, Sole, Venere, Mercurio, Luna.

Sedicesima Lezione: pratichiamo insieme

In quest’ultima lezione metteremo in pratica quanto appreso nei quattro mesi di corso, quindi, sebbene collegati solo virtualmente ci eserciteremo in un rito d’evocazione.

Finalità del Risveglio dei Magi

Lo scopo principale del “Risveglio dei Magi” (così come le cerimonie iniziatiche antiche e moderne) è quello di provocare l’incontro con il Divino, con l’Ineffabile, con l’Eterno, condizione necessaria per affrontare le cerimonie e i riti magici.

L’essere umano, infatti, ritrova il divino in sé stesso, ma anche fuori da sé, nel Microcosmo e nel Macrocosmo. Alcuni chiamano il divino insito in noi “Genio Superiore“, “Santo Angelo Custode“, “Nume Tutelare“, “Nous“, “Agatodemone“, “Osiride“, “Spirito“, “Luce“, “Alba” e con un infinità di altri nomi.

Dunque: Figlio della terra, a lungo hai dimorato nella tenebra. Abbandona la notte e cerca il giorno.”
Solo dopo questo incontro con la Divinità interiore ed esteriore, il Mago/a potrà dedicarsi alla Magia Cerimoniale e comandare su spiriti e demoni.
Simbolicamente acquisirà l’”Anello di Salomone” con il quale legherà tutti i demoni della Terra e con il loro aiuto potrà edificare il Tempio di Gerusalemme.

Il Marchese di Carabà 
email: m.dicaraba@libero.it
L’industrie et le savoir-faire valent mieux que des biens acquis

Lascia un commento