Praticare la Magia rinascimentale oggi

Praticare la Magia rinascimentale oggi è una conferenza redatta da Angelo Pirrone per il pubblico dello Strigamarket che si terrà a Pisogne dal 17 al 19 settembre 2021.

Giorno, luogo e ora della conferenza

Data: Domenica 19 Settembre 2021
Ore 11:00
Luogo di ritrovo: banco informazioni dello Strigamarket

Costi

La conferenza è a numero chiuso, saranno ammesse massimo 15 persone; il costo è di € 5,00 a persona.

Praticare la magia rinascimentale oggiLa conferenza

Ha senso praticare oggi la Magia rinascimentale? Soprattutto, può ancora essere fatto?
Queste le domande che Angelo Pirrone, marchese di Carabà, si è posto nel suo cammino esoterico al quale la Magia rinascimentale ha fatto sempre da perno.

Angelo Pirrone ha voluto condividere le interessanti conclusioni cui è giunto con il pubblico; ha scelto come luogo proprio lo StrigaMarket e Pisogne teatro centro del mondo magico, appunto, nel Rinascimento e purtroppo teatro del suo tragico epilogo.

La magia rinascimentale

Alla fine del XV secolo (dopo la scoperta dell’America), molti cambiamenti hanno coinvolto l’Europa. Ovviamente qualsiasi mutamento sociale si ripercuote anche sulla produzione dei grimori.

I più importanti di questi cambiamenti furono la Riforma Protestante e la successiva Controriforma Cattolica, la caccia alle streghe e l’avvento della stampa.

Nel Rinascimento vi è stato un rinnovato interesse per la magia per l’ermetismo, per l’alchimia, per l’astrologia e per l’occultismo in generale. Questo interesse è stato in parte alimentato dalla traduzione in latino (risalente al 1471) del Corpus Hermeticum da parte di Marsilio Ficino.

Inoltre vi è stato un aumentato interesse per il misticismo ebraico, ossia la così detta KabbalahPico della Mirandola e Johannes Reuchlin sono due degli autori dell’epoca che maggiormente si occuparono dell’argomento.

Gli autori più importanti

Altri maghi importanti di questo periodo sono Cornelio Agrippa (1486-1535), noto sopratutto per i suoi tre libri intitolati La Filosofia Occulta (o La Magia) pubblicati nel 1533; Un’altra figura di spicco dell’epoca fu il mago, medico e alchimista svizzero noto come Paracelso (1493-1541). Nelle sue opere egli sottolinea la differenza che sussiste tra magia e stregoneria, la prima considerata come “opera naturale“, la seconda come opera “demoniaca“.

Altra persona celebre del periodo rinascimentale fu quella di Johann Georg Faust (Knittlingen, 1480 – 1540), alchimista, mago e astrologo tedesco. Le vicende del Dottor Faust divennero famose anche grazie alla penna di Christopher Marlowe, con la sua “Tragica storia del Dottor Faust” (Tragical History of Doctor Faustus, 1604), e di Goethe, con il suo “Faust” (1808).
Tuttavia è molto difficile stabilire con certezza i contorni storici del personaggio, tanto che alcuni storici hanno messo in dubbio che ci sia mai stato un “Dottor Faust storico“.
Diversi grimori “neri” furono attribuiti alla sua figura leggendaria come il “Magia Naturalis et Innaturalis” (1612).

Il mago nel cerchio magico Praticare la magia rinascimentale oggiLa Magia rinascimentale a Pisogne

Ogni moneta ha sempre il suo rovescio; il rinnovato interesse per la magia rinnovò anche l’astio e la paura verso le streghe che nel Medioevo erano state considerate persone forse disturbate ma innoque.

Sarà proprio nel Rinascimento che inizierà la caccia alle streghe per come la immaginiamo oggi.

Il fascino per i demoni era comunque forte nel Rinascimento, perciò furono pubblicati diversi grimori nei quali sono fornite le istruzioni per evocare sia gli spiriti benigni, sia gli spiriti maligni. I più celebri tra questi sono “Il Quarto libro della Filosofia Occulta” (risale al 1559 ed è attribuito falsamente a Cornelio Agrippa) e l'”Elementa Magica“, o “Heptameron” (anch’esso del 1559, attribuito altrettanto falsamente a Pietro d’Abano).

La Chiesa naturalmente cercò di combattere il proliferare di questi grimori così come in passato aveva combattuto gli eretici, proprio Pisogne fu teatro e tragico epilogo della Magia rinascimentale: come tutti sanno, Il 17 luglio 1518 a Pisogne, sulla sponda nord-orientale del lago d’Iseo, il prete Bernardino Grossi, agendo in qualità di vicario dell’Inquisizione, mandò al rogo otto donne accusate di stregoneria.

Questi e molti altri argomenti saranno discussi durante la conferenza.

Angelo Pirrone, relatore di Praticare la Magia rinascimentale oggi

S.O.I.R.E. Adorazione dei MagiAngelo Pirrone, alias Marchese di Carabà.
Studioso e ricercatore di molteplici discipline Esoteriche.
In particolare da circa un ventennio si occupa di Alchimia, Magia Naturale e Astrologia che ha approfondito sui testi classici della tradizione occidentale.
Inoltre si è dedicato ad alcune materie più recenti ovvero all’Astronomia, alla Radiestesia e alla Radionica, combinando “Antico” e “Moderno” in un tutt’Uno armonioso.
La sua preparazione pluridisciplinare riposa sull’intima cognizione che vede il Mondo come un’enorme ragnatela, i cui singoli fili si collegano l’uno all’altro in una fitta e infinita trama.
Insieme con Irene Bimbasperduta è curatore del sito www.cronacheesoteriche.com e autore di diversi articoli in esso pubblicati.
Dal 2019 tiene corsi sulla Magia rinascimentale ed evocatoria, nel 2020 ha fondato il S.O.I.R.E., Sacro Ordine Iniziatico del Ruach Elohim (S.O.I.R.E.) è una Fratellanza Spirituale formata dall’insieme delle “Scintille Divine” dei suoi membri del presente, del passato e del futuro.

Misure Anti-covid

Affinché l’evento possa svolgersi nel rispetto delle normative vigenti, il seminario sarà a numero chiuso per un massimo di 15 partecipanti.

Info e prenotazioni

Per maggiori informazioni o prenotare potete scrivere a fenice_52@libero.it oppure compilare il modulo di contatto sotto l’articolo.

Lascia un commento