La Torre e gli equilibri

Poco fa ho visto questo sosrprendente video che mi ha fatto pensare all’Arcano della Torre. Infatti, la nostra vita è proprio così. E’ una struttura, una magnifica opera d’arte costituita da equilibri sottili tenuti insieme quasi per magia dalla nostra volonta e destinati a crollare grazie ad una semplice goccia d’acqua.

In effetti, il vero motivo per cui costruiamo questi equilibri è semplicemente quello di porterli far crollare. Come una torre ogni equilibrio della nostra esistenza è allo stesso tempo rifugio e prigione. E’ un luogo che ci protegge dall’esterno ma per farlo ci isola. Così è necessario costruire la propria torre per avere punti di riferimento che ci permettano di giungere abbastanza in alto per guardare fin’oltre l’orizzione ma, una volta innalta la Torre deve essere distrutta per permetterci di giungere fin oltre l’orizzionte.

Penso che mi daò all’equilibrio dei sassi, credo che quest’arte zen abbia molto da insegnare oltre ad essere una magnifica attività per il nostro Bonseki, voi cosa ne dite?

Spero che il video vi piaccia un abbraccio
Bimbasperduta

4 risposte a “La Torre e gli equilibri”

  1. L’arcano della Torre… è questo il momento in cui lo sto vivendo, studiando, attraversando. Mi ha molto illuminato quello che hai scritto. Sono fortezza e rifugio ma anche prigione. Andrò oltre l’orizzonte…ma prima, bè prima devo vedere dov’è l’orizzonte. Grazie!

    1. Cara Elisa,
      felice che il mio post ti sia stato utile, miracoli dei Tarocchi.
      Ti auguro di ammirare presto il tuo orizzonte e di andarvi incontro, con affetto
      Bimba.

  2. […] di sole 17 carte (Il Matto, L’Imperatore, Il Papa, Gli Amanti, Il Carro, L’Eremita, L’Appeso, La Torre, La Luna e Il Sole), per la realizzazione delle restanti carte Giordano Berti ha dovuto ispirarsi […]

  3. […] perché il problema non è che non sapete quali sono i singoli significati dell’Appeso o della Torre o del Sole. Leggere i Tarocchi non è come imparare a fare découpage, non dipende da regole fisse […]

Lascia un commento